Sono grandi numeri,Sa com’è naturale per un gigante. Ma il collocamento azionario di Saudi Aramco si è concluso con risultati che non hanno centrato appieno le aspirazioni di Riad: la vendita di un’ulteriore quota dello 0,64% della compagnia petrolifera – a cinque anni dall’Ipo con cui era sbarcata in Borsa – ha raccolto 11,2 miliardi di dollari. Una cifra senza dubbio elevata, tanto da qualificare l’operazione come la più ricca dal 2021 nel mondo, e che potrebbe salire ancora – fino a 12,36 miliardi – in caso di esercizio dell’opzione greenshoe. Il ricavato tuttavia avrebbe potuto essere più alto.

Il prezzo di collocamento alla fine è stato fissato a 27,25 riyal per azione (equivalenti a 7,27 dollari), nella parte inferiore della forchetta di 26,7-29 riyal indicata nel prospetto e con uno sconto del 6% rispetto al valore di Borsa nella seduta precedente all’offerta, che è stata avviata domenica 2 giugno ,nel giorno in cui si riuniva l’Opec+: segno probabilmente di un’accoglienza tiepida tra gli investitori, nonostante il boom di sottoscrizioni che secondo fonti Bloomberg aveva esaurito il book nel giro di poche ore.

Leave a Comment